Salina

Salina è un’isola appartenente all’arcipelago delle isole Eolie, la seconda per estensione ma una vera perla situata nel cuore del mar Tirreno. L’isola si divide in tre comuni della provincia di Messina: Santa Marina, Malfa e Leni e possiede alcune tra le spiagge più belle di tutto l’arcipelago, ma anche altre attrazioni che la rendono una località turistica molto gettonata. Raggiungibile da Milazzo tramite traghetti e aliscafi e da altre località della costa siciliana, il porto principale di Salina è a Santa Marina, mentre sul lato sud-ovest è presente il porto più piccolo di Rinella. Tutta l’isola è collegata da comode strade rotabili e per visitarla in lungo e in largo il modo migliore è noleggiare una vettura o uno scooter, soprattutto se si desidera girare fino a tardi.

pomodori appesi in una casa a salina

Fotografia scattata da Mary Pino

Salina e il comune di Santa Marina 

Il centro di Santa Marina è la porta di accesso all’’isola verde, nome con il quale è conosciuta Salina. Situato alle pendici della Fossa dei Felci, un grande cratere ricoperto da una folta vegetazione, nell’abitato è presente la bellissima la chiesa settecentesca, mentre la zona circostante pullula di locali ed è presa d’assalto dai turisti e giovani che vi si recano per divertirsi. Un sentiero, presente ad ovest dell’abitato, conduce alle grotte saracene, scavate nel tufo e nascoste da una fitta vegetazione. Un tempo erano utilizzate come rifugio per sfuggire alle atroci barbarie dei pirati.

Salina e il comune di Malfa

Malfa è il principale comune di Salina. Il borgo, edificato da coloni amalfitani nel XII secolo, si distingue per le case bianche sparpagliate lungo un ripido pendio che scende verso il mare. Il paesino accoglie una piccola spiaggia di ciottoli con massi lavici, un piccolo porto detto Scario Galera, mentre nella piazza principale si trova la chiesa di Sant’Anna, risalente al Settecento. La chiesa conserva numerosi dipinti e una scultura di San Giuseppe con Gesù molto interessante. Pollara è invece una frazione di Malfa, costruita sui resti di un antico cratere e dominata dalla chiesa di Sant’Onofrio, sorge proprio di fronte ad un imponente faraglione sul mare.

Salina e il comune di Leni

Questo comune deve il suo nome ai greci. I Lenoi erano i contenitori dove veniva pigiata l’uva. Nella frazione di Val di Chiesa si trova l’antico Santuario della Madonna del Terzito che custodisce una tela settecentesca della Vergine.

scorcio di salina

Fotografia scattata da Mary Pino

Salina e le sue spiagge 

Tra le spiagge più belle di Salina una è quella di Pollara, situata sotto una scogliera a forma di anfiteatro a strapiombo sul mare, caratterizzata da piccoli ciottoli e massi lavici. A nord si trova la baia Balate, incastonata nel promontorio del Perciato; nell’insenatura si entra tramite una scalinata che attraversa la casa in cui fu ambientato il film il Postino. Bellissima è anche la spiaggetta di Leni, ideale per gli amanti delle immersioni e dello snorkeling per i suoi fondali incantevoli. Suggestiva è anche la spiaggia di Rinella, particolare con la sua forma di mezzaluna e la sabbia nera. Imperdibile è anche la spiaggia di ciottoli di Lingua, un piccolo borgo di pescatori, con le sue acque limpide e cristalline.

una spiaggia di salina

Torna alla home: Le isole della Sicilia

Leave a Reply

Prenota la Tua Vacanza senza anticipo di Denaro. Paghi all'arrivo e senza costi se disdici. Fai in fretta per fare l'AffareClicca Qui
+