Marettimo 

Marettimo è, insieme a Favignana e Levanzo, un’isola dell’arcipelago delle Egadi ma è anche la più occidentale e incontaminata di tutte.

alla scoperta di marettimo

Fotografia scattata da Antonio Benanti

 

I suoi litorali prettamente rocciosi, spettacolari e in cui si intervallano circa 400 grotte, alcune delle quali nascoste e irraggiungibili, sono uno spettacolo della natura e sono meta turistica di visitatori amanti della natura, ma per fortuna ancora non è stata presa d’assalto dal turismo di massa. A preservare la flora e la fauna di questo luogo ha contribuito notevolmente la presenza di numerose sorgenti d’acqua e il piccolo borgo, per sopravvivere, ha ancora bisogno della barca e della pesca, indispensabili per la comunità locale.

Isola di Marettimo e le sue grotte suggestive e calette incantevoli 

Tra le grotte più famose di Marettimo che si aprono sul mare cristallino vi è la grotta del cammello, situata sul versante orientale dell’isola e in cui si nasconde una piccola spiaggia proprio all’interno della grotta, in uno scenario quasi magico. A nord si trova Punta Troia e da qui si raggiunge la Grotta del Tuono. Per raggiungere il Castello di Punta Troia bisogna percorrere un sentiero per circa un’ora, circondato da una florida vegetazione mediterranea. Il sentiero porta all’antico castello, situato su un promontorio a circa 100 metri sul livello del mare. Il castello, eretto dai Saraceni, fu ampliato durante il periodo normanno, poi rimaneggiato dagli Spagnoli e infine utilizzato come carcere dai francesi. Oggi è praticamente abbandonato e soggetto ai danni delle intemperie. Ai piedi del Castello di Punta Troia si trovano le splendide spiagge ghiaiose di Praianacchi e di Scala Maestro, un vero spettacolo!

Spiagge fantastiche 

Sul litorale occidentale dell’isola si trova Cala Bianca, indubbiamente la località più suggestiva di Marettimo, dove l’acqua è limpidissima e dove si susseguono ininterrottamente alcune delle grotte più belle di questo luogo, tra cui Grotta delle Sirene, Grotta Perciata e Grotta del Presepe, quest’ultima caratterizzata da diverse forme di stalagmiti e stalattiti. Dopo aver passato Punta Pegna e Punta Bombarda e la deliziosa e minuscola spiaggia di Cala Spalmatore, si giunge a Punta Libeccio. Sul lato meridionale di Marettimo è sempre presente un l litorale frastagliato in cui si aprono spiagge stupende come Cala Nera, Punta Cretazzo, Punta Galera, la Conca, Punta Cortiglio e Cala Martino e altri posti di impareggiabile bellezza. Invece, per chi desidera godere immersioni fantastiche nei fondali indicata è Punta Mugnone, situata nell’estremità nord-occidentale di Marettimo, ricca di fauna marina ma meta incontrastata dei subacquei nonostante i divieti di immersione.

Torna alla home: Le isole della Sicilia

Leave a Reply

Prenota la Tua Vacanza senza anticipo di Denaro. Paghi all'arrivo e senza costi se disdici. Fai in fretta per fare l'AffareClicca Qui
+