Ricche di storia e di fascino, gli arcipelaghi della Sicilia e le isole minori sono, assieme alle splendide destinazioni dell’isola, altrettante mete di vacanze molto gettonate e raggiunte durante il periodo estivo da migliaia di turisti che accorrono attratti dalle bellezze paesaggistiche e dalle innumerevoli attrazioni artistiche.

Un tour tra le varie isole o una visita negli arcipelaghi è un’esperienza unica da vivere e offre la possibilità di andare alla scoperta di luoghi ancora incontaminati, dove la presenza dell’uomo non ha scalfito la meraviglia creata dalla natura. Situate proprio a largo delle coste siciliane, le varie isole ed arcipelaghi sono caratterizzate dalla presenza di calette e spiagge paradisiache, che regalano alla vista luoghi di incredibile bellezza. Tra le isole più famose comprese nel territorio della Sicilia vi sono le Isole Eolie, le Isole Egadi, le Isole Pelagie e tra le isole minori comprende anche l’Isola delle Palme, Ortigia e Pantelleria.

Isole Eolie 

Le Isole Eolie fanno parte dell’arcipelago più famoso di tutta l’Italia. Questo arcipelago, situato nel Mar Tirreno, in provincia di Messina, comprende due vulcani attivi, Stromboli e Vulcano, ed è composto da ben 7 isole: Alicudi, Filicudi, Lipari, Panarea, Salina, Stromboli e Vulcano. Nominate Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO dal 2000 per i fenomeni vulcanici, le isole Eolie sono ben collegate con la città di Milazzo e rappresentano uno tra i luoghi imperdibili della Sicilia per le incantevoli bellezze naturali che a suo tempo hanno ispirato la mitologia greca. Gli scenari naturali offerti dall’arcipelago eoliano sono davvero mozzafiato e oltretutto offrono anche interessanti reperti storici che fanno luce sul passato e sui suoi segreti. Celebri in tutto il mondo per il turismo mondano che si respira orami da tempo soprattutto in alcune isole come la splendida Panarea, le isole offrono un meraviglioso contrasto tra acque cristalline e fuoco dei crateri.

Isole Egadi

Situato nella parte occidentale della Sicilia, l’arcipelago delle Isole Egadi è ben collegato da Trapani tramite traghetti e aliscafi che ogni giorno raggiungono le isole che lo compongono: Favignana, Levanzo e Marettimo. Le tre isole ogni anno attraggono migliaia di turisti grazie alle incantevoli spiagge e alla natura intatta, ma anche per la cucina genuina e tradizionale, che rievoca piatti tipici del luogo prelibati. Particolarmente affollate nel periodo estivo, le Isole Egadi sono la meta ideale per chi desidera concedersi una vacanza tra relax e scenari mozzafiato, circondati da un mare cristallino e da una costa che riserva innumerevoli sorprese con le sue calette nascoste e la fauna marina spettacolare. La maggiore delle isole Egadi, Favignana, offre spiagge da sogno e immersioni spettacolari tra fauna e flora marine.

Isole Pelagie

Poste nel mezzo del mar Mediterraneo, tra le coste tunisine e siciliane, le Isole Pelagie sono spesso definite Perle di Sicilia, appellativo dovuto indubbiamente alla bellezza delle spiagge e alle acque cristalline, ma anche a quell’aspetto tropicale che le contraddistingue. Le Isole Pelagie sono oramai mete famose per le meraviglie naturali che attirano numerosi visitatori, che le scelgono come meta di relax e di pace. La folta vegetazione, le spiagge sabbiose o frastagliate, le acque cristalline e la ricca fauna ittica e terrestre sono solo alcuni dei motivi che spingono i turisti a scegliere questa oasi di paradiso come luogo di vacanze. Il rispetto delle tradizioni locali e una cucina squisita sono altri motivi che attraggono ogni numerosi visitatori. Le Isole Pelagie sono formate da cinque tra isole, isolotti e scogli che sono: Lampedusa, Linosa, Lampione, Isola dei Conigli e lo Scoglio del Sacramento.

Isola delle Palme

Situata nel mar Ionio, l’Isola delle Palme appartiene al territorio della Sicilia e costituisce il centro storico del comune italiano di Augusta, in provincia di Siracusa. Questa bellissima isola è la seconda per numero di abitanti della Regione Siciliana ma la prima tra le isole minori. L’isola delle Palme nel centro di Augusta è molto simile alla città di Siracusa che ha il suo centro storico proprio nell’isola di Ortigia, posta a distanza di qualche decina di metri dalla terraferma. L’isola di Augusta dista circa 600 metri dalla costa ed è ricca di attrazioni e oggi c’è ben poco delle piante che ne hanno fatto derivare il nome ma al loro posto ci sono costruzioni di cemento. Qualche fusto resiste ancora nei giardini pubblici.

Ortigia

L’isola di Ortigia rappresenta il primitivo nucleo abitato e quindi il cuore della città di Siracusa. Collegata alla terraferma tramite il Ponte Umbertino che consente di passare direttamente da Siracusa città all’isola di Ortigia, si tratta di un luogo in cui si respira un’atmosfera unica in cui storia, arte e cultura da secoli hanno contribuito a renderlo affascinante e suggestivo. Anche se il nome ha origini greche, questa zona pare sia stata abitata sin dall’età del bronzo, come testimoniato i reperti archeologici datati tra il 3500 a.C. ed il 1200 a.C. Tutto rievoca il passaggio dei vari popoli che hanno dominato l’isola di Ortigia e le costruzioni che si susseguono in questo territorio rievocano le civiltà greche, romane e la dominazione aragonese e araba.

Pantelleria

Nota come perla nera del Mediterraneo, Pantelleria è un’isola della Sicilia più vicina al continente africano che alla regione stessa. L’isola è la più estesa delle isole minori siciliane, è di origine vulcanica ed è ricoperta da una vegetazione mediterranea folta e rigogliosa, di cui fanno parte le viti che danno vita al celebre vino noto nel mondo come Passito di Pantelleria. Anche se presenta per la maggior parte una costa rocciosa, ha posti accessibili per scendere in acqua senza pericoli. Le acque trasparenti e la ricca fauna marina sono autentiche attrazioni per bagnanti e sub che desiderano immergersi per andare alla scoperta di numerose meraviglie. L’isola riserva diversi spunti per compiere itinerari avventurosi che portano ad esplorare il territorio e ad ammirarne le sue bellezze e il suo paesaggio singolare e caratteristico. Conosciuta anche come l’isola del vento perché i venti soffiano tutto l’anno, assicura una leggera brezza anche nel periodo estivo che mitiga l’afa. Come le altre isole della Sicilia, anche questa è un luogo da visitare e da scoprire.

Spero che questo blog dedicato alle isole della sicilia possa farti incuriosire e spingerti a visitarle…